logo
Caratteri piccoliCaratteri mediCaratteri grandi



linea

home : about us : programm : tickets : contact : multimedia : archive : privacy e cookie policy



About us


Manifesto edizione 2018




logo


Comune di Arco
Assessorato alla Cultura


 

In collaborazione con:

logo
logo



Regione Autonoma
Trentino - Alto Adige



Provincia Autonoma di Trento  


23 agosto 2018
Castello di Arco, Prato della Lizza, Arco (Tn)
ore 21.00

NICOLA PIOVANI
La musica è pericolosa


Pasquale Filastò - Violoncello, Chitarra, Mandoloncello
Rossano Baldini - Tastiere, Fisarmonica
Marina Cesari - Sax, Clarinetto
Ivan Gambini - Batteria, Percussioni
Marco Laddo - Contrabbasso
NICOLA PIOVANI - Pianoforte

Prevendita: www.primiallaprima.it o Casse Rurali del Trentino.

Vedi il programma completo della rassegna

Contemporanea è un evento nato per valorizzare il Castello di Arco. Da alcuni anni a questo appuntamento si è aggiunto un intero cartellone denominato “Il Castello delle Meraviglie”, che si svolge abitualmente il giovedì.
Come per altri festival che trovano collocazione presso il castello, anche per Contemporanea si è pensato quindi di rientrare nelle attività de Il Castello delle Meraviglie e di proporre il concerto principale come appuntamento di chiusura del cartellone estivo.
L’evento principale è stato quindi programmato per giovedì 23 AGOSTO 2018, al Prato della Lizza del Castello di Arco.
Per presentare la carriera dell’artista e spiegarne i risvolti e la varietà delle opere composte, è stato scelto il programma “La musica è pericolosa”, che si svolge in forma di conferenza-concerto, arricchita da proiezioni video; in questo progetto infatti, l'autore propone un excursus dei momenti salienti della sua carriera ed allo stesso tempo dialoga con il pubblico, narrando la sua esperienza di compositore e musicista. La presentazione dell’autore mediante una conferenza al pubblico è del resto tradizione per il format del festival – trattandosi di un compositore italiano – il che supera le difficoltà linguistiche – è sembrato ottimale lasciare spazio non solo alla musica, ma anche alla narrazione diretta della carriera musicale di questo interessantissimo artista.

Il progetto musicale prevede l’esecuzione musicale di Piovani stesso – al pianoforte – accompagnato da altri cinque musicisti: Marco Laddo al contrabbasso; Ivan Gambini, percussioni; Marina Cesari, sax e clarinetto; Rossano Baldini, tastiere e fisarmonica; Pasquale Filastò, chitarra/mandoloncello/violoncello.

Per l'approfondimento sull'artista sono previsti, quali eventi collaterali, due film la cui colonna sonora è stata scritta da Nicola Piovani. I film saranno proiettati al Parco Arciducale – uno dell’ambito della rassegna “Cinema all’Arboreto” [il recentissimo “A casa tutti bene” di Gabriele Muccino, il più recente lavoro cinematografico Piovani], e uno come proiezione straordinaria gratuita, il film di Federico Fellini “Ginger e Fred”.



Nicola Piovani nasce a Roma il 26 maggio del 1946. Allievo del compositore greco Manos Hadjikakis, inizia la sua carriera nel 1969 componendo le musiche per il film di Silvano Agosti "Il segreto" e continuando a collaborare a lungo con lo stesso autore. Incontra Marco Bellocchio nel 1970: con il regista collabora inizialmente per "Nel nome del padre", al quale seguono i lungometraggi "Sbatti il mostro in prima pagina", "Marcia trionfale", "Il gabbiano", "Salto nel vuoto", fino alla colonna sonora per "Gli occhi, la bocca", del 1982. Negli anni '70 la sua musica accompagna poi il film di molti autori italiani, come Mario Monicelli (per "Il marchese del Grillo" e "Speriamo che sia Femmina"), Giuseppe Tornatore, Sergio Citti, Gianfranco Mingozzi, Peter del Monte, Daniele Lucchetti, Antonio Albanese, Fabio Carpi, Damiano Damiani.
Nel 1981 inizia a scrivere per i film e gli sceneggiati dei fratelli Taviani, in particolare per "La notte di San Lorenzo", "Kaos", "Good morning Babilonia", "Il sole anche di notte", "Fiorile", "Tu ridi". Gli anni '80 sono però segnati anche da altri due incontri cinematografici importanti: quelli con Federico Fellini, per il quale firma le musiche degli ultimi film "Ginger e Fred", "Intervista" e "La voce della Luna" e con Nanni Moretti ("La messa è finita", "Palombella rossa", "Caro Diario" e "La stanza del Figlio"). L'attività di Piovani è intensa anche all'estero, grazie agli incontri e ai progetti realizzati insieme a cineasti come Bigas Luna, Joe Stelling, John Irving, Ben Von Verbong, Maria Luisa Bemberg, Sergei Bodrov, John Harrison. Gli ultimi anni sono contraddistinti da un'intensa collaborazione con Roberto Benigni e lo sceneggiatore Vincenzo Cerami, che sfociano nella realizzazione della celebre partitura per "La vita è bella", vincitrice nel 1999 dell'Oscar come migliore colonna sonora e nominata ai Grammy Awards del 2000. Parallelamente al suo impegno per il cinema Nicola Piovani si dedica assiduamente anche al teatro, facendo da autore alle musiche della commedia musicale "I sette re di Roma" di Luigi Magni, andata in scena al Teatro Sistina di Roma nel 1989 per la regia di Pietro Garinei. Continua a dedicarsi a questa arte anche conseguentemente alla passione che lo accomuna a Vincenzo Cerami, con il quale decide di fondare la Compagnia della Luna, con la quale il poeta e il musicista ideano e portano in scena "La cantata del fiore" (1988), "La cantata del buffo" (1990), "Il Signor Novecento" (1992), "Canti di scena" (1993), "Romanzo musicale" (1998) e "La pietà". Piovani è anche autore di musica da camera, come il trio "Il demone meschino", "La ballata epica" per flauto e pianoforte, il quartetto per sassofoni "L'assassino", e "Canto senza parole per Vittorio Gassman" per violino e pianoforte. Si accosta alla sua opera anche un repertorio piuttosto vasto di canzoni, come quelle scritte per Fabrizio de André, per Roberto Benigni e per Noa ("Beautiful that way").